Padenghe: un bilancio solido che guarda agli investimenti

Si è tenuta venerdì 12 maggio, nella sala consiliare di palazzo Barbieri, la seduta di approvazione del bilancio consuntivo del comune di Padenghe sul Garda.

Data:

01 ottobre 2023

Immagine principale

Descrizione

In apertura il sindaco Albino Zuliani ha risposto ad una domanda di attualità sulle dichiarazioni apparse in un quotidiano locale sulla questione “depuratore”, in merito al documento unitario dei Sindaci gardesani. 

Il sindaco ha precisato che nell’assemblea a cui ha preso parte ha ricevuto sì una bozza di documento, ma non è stato oggetto di discussione e tantomeno di firma. «Una forzatura– dichiara Zuliani – che divide inutilmente gli schieramenti “pro” e “contro”. Sulla necessità del collettore non si discute, credo solo che vada ascoltato con più attenzione il parere dei tecnici per individuare la soluzione più idonea».

Il Consiglio è poi passato a discutere l’approvazione del rendiconto, che non è solo un atto contabile ma è l’occasione nella quale il Consiglio – e i cittadini – possono verificare lo stato di avanzamento del programma di mandato dell’Amministrazione.

La parte più tecnica della relazione al bilancio è stata esposta dalla nuova responsabile dell’Area economico – finanziaria dott.ssa Silvia Papa, che il Sindaco Albino Zuliani ha ringraziato insieme alla responsabile uscente dott.ssa Stefania Lancellotti.

Nel corso del dibattito sono state illustrate le ragioni della crescita del FPV (il Fondo Pluriennale Vincolato, un accantonamento che serve a garantire la copertura degli impegni per gli anni successivi) che non significa difficoltà di realizzare le opere in progetto, ma che spesso ha ragioni di altra natura, come ad esempio la revisione dei prezzi, prevista dalla normativa nazionale, per arginare l’impatto negativo dell’inflazione sui contratti pubblici.

Sul punto è intervenuto il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Bernardo Leali: «La crescita del FPV non è certo sinonimo di cantieri fermi. Oltre a quelli che i cittadini già vedono, è sul filo di lana la gara per il “microtunneling” ed entro giugno sarà conclusa quella per la tensostruttura e per i locali posti al di sotto di Piazza D’Annunzio».

L’assessore al Bilancio Roberta Gandelli ha precisato che dei circa 6 milioni di euro di FPV, oltre un terzo (2.314.121 per l’esattezza) sono relativi ad opere dell’Unione dei Comuni della Valtenesi già quasi tutte terminate, ma ancora in attesa di vedere chiusa la contabilità.

Al termine del dibattito, durante il quale le minoranze hanno testualmente riconosciuto di avere davanti “un bilancio indubbiamente solido”, il Consiglio ha approvato a maggioranza il rendiconto 2022, i cui numeri salienti sono:

  • un fondo di cassa al 31.12.2022 di 8.898.896 euro
  • un avanzo di amministrazione di 3.919.422 euro, di cui

1.241.678 euro accantonati come “crediti di dubbia esigibilità”

1.082.640 euro a destinazione vincolata da leggi e principi contabili

165.230 euro destinati ad investimenti

1.429.874 euro liberi, disponibili per nuovi investimenti

  • entrate 2022 per 8.533.209 euro, di cui, escluse le partite di giro:

4.633.107 euro da tributi (Imu, Ici, Tari, addizionale Irpef, Imposta di soggiorno)

1.925.834 euro (contributi agli investimenti, oneri)

930.062 euro (tariffe dei servizi pubblici, sanzioni, ecc.)

348.214 euro (trasferimenti e contributi pubblici)

  • spese 2022 per 7.685.957 euro, di cui, escluse anche qui le partite di giro:

5.561.900 euro per spese correnti (acquisto di beni e servizi, spese del personale, ecc.)

 

Quanto alla destinazione delle spese correnti, dopo le spese generali e istituzionali (27,6%), la prima voce con il 21% delle risorse è quella “sviluppo sostenibile e tutela del territorio”. Seguono “istruzione e diritto allo studio” con il 15,4%, “mobilità e trasporti” con il 13,6% e “sociale e famiglia” con il 6,3%.

1.114.611 euro per investimenti

285.453 euro per rimborso di mutui

  • residui attivi (somme accertate ma non ancora incassate) per 3.076.578 euro, di cui

1.035.962 euro di competenza del 2022

2.040.616 euro degli anni precedenti

  • residui passivi (somme impegnate ma non ancora pagate) per 1.709.635 euro, di cui

1.663.002 euro di competenza del 2022

46.633 euro degli anni precedenti

  • patrimonio netto di 33.883.937 euro (contro i 29.128.374 dell’anno precedente).

 

«Siamo soddisfatti per i risultati ottenuti, commenta l’assessore al Bilancio  Roberta Gandelli, nonostante anche il 2022 sia stato un anno complicato per il perdurare della pandemia e per le grandi criticità provocate dalla guerra in Ucraina, soprattutto sul versante dell’incremento dei costi energetici,  dell’aumento dell’inflazione e del rincaro delle materie prime, il bilancio consuntivo presenta un avanzo di amministrazione di 3.919.422 euro di cui 1.429.874 euro liberi, disponibili per nuovi investimenti».

A cura di

Ufficio Affari Generali

Via Italo Barbieri, 3 Padenghe sul Garda, Brescia, Lombardia, 25080, Italia

Telefono: 0309995644
Email: segreteria@comune.padenghe.brescia.it
PEC: comune.padenghesulgarda@legalmail.it

Luoghi

Municipio di Padenghe sul Garda

Via Italo Barbieri, 3 Padenghe sul Garda, Brescia, Lombardia, 25080, Italia

Telefono: 0309995600
Fax: 0309907246
Email: segreteria@comune.padenghe.brescia.it
PEC: comune.padenghesulgarda@legalmail.it
Municipio di Padenghe sul Garda

Pagina aggiornata il 16/04/2024