A PADENGHE UN BILANCIO COMUNALE SANO E STABILE

Approvato dal Consiglio il bilancio di previsione 2020-2022 – Quasi un milione e mezzo di investimenti e 530.000 euro di recupero dell’evasione Imu – Il sindaco Zuliani annuncia le prossime opere pubbliche

Data:
07 Febbraio 2020

La seduta del Consiglio del Comune di Padenghe si è chiusa mercoledì 5 febbraio con l’approvazione del bilancio di previsione 2020-2022 e di altri atti di indirizzo in materia di politiche tariffarie. Sono state inoltre discusse alcune mozioni e interpellanze.

In sintesi nell'anno 2020 gli stanziamenti di entrata e spesa pareggiano in euro 8.108.200; in particolare le spese correnti sono pari ad euro 5.088.300. Sono previsti investimenti per euro 1.450.000, di cui 950.000 per la prevenzione del rischio idrogeologico con un nuovo collettore lungo via Barbieri e 250.000 per la riqualificazione del centro storico.

Dal lato entrate la maggior risorsa è costituita dall'Imu, con un gettito stimato di euro 2.640.000, di cui 530.000 per attività di accertamento. Infatti sta proseguendo l’opera di verifica e recupero dell’evasione portata avanti dall’ufficio Tributi.

«É importante far sapere ai cittadini – commenta l’assessore al Bilancio Roberta Gandelli – che il nostro bilancio è sano e stabile, con un saldo di cassa al 31/12/2019 di 3 milioni e mezzo di euro. Il Comune sta estinguendo i debiti e le spese per interessi passivi sono solo l’1% delle entrate correnti. Non è stato necessario rivedere l’addizionale Irpef, mentre le tariffe della tassa rifiuti e le modalità della nuova Imu saranno stabilite nei prossimi mesi. Senza entrare in tecnicismi, tutti gli indicatori che misurano lo stato di salute del bilancio comunale sono ampiamente positivi. Anche grazie a questo, abbiamo confermato gli investimenti per i servizi scolastici e sociali».

Il sindaco Albino Zuliani si dice soddisfatto: «La solidità del bilancio ci consentirà interventi sul castello e nel centro storico, ma anche la manutenzione straordinaria del cimitero e degli immobili comunali. Il rifacimento della centrale termica negli spogliatoi del campo da calcio e la climatizzazione a basso consumo della sede comunale sono cosa fatta nel 2019; con nuovi finanziamenti e contributi nel 2020 proseguiremo l’efficientamento energetico degli edifici.

Voglio poi segnalare due opere molto attese: la messa in sicurezza sismica della palestra delle scuole, già finanziato, che conclude l'adeguamento del plesso scolastico di via Talina. Il cantiere aprirà tra giugno e settembre per non arrecare disagi all'attività scolastica. Il secondo è la riqualificazione degli accessi al paese. Nel 2020 inizieranno i lavori su quello da via Marconi, il principale per chi proviene da Desenzano».

Il nutrito ordine del giorno del Consiglio ha visto anche l’approvazione all’unanimità di una mozione per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, vittima e testimone delle persecuzioni nazi- fasciste. Il gesto ha un significato particolare per la città di Padenghe, dove G. Battista Vighenzi – trucidato a Saiano il 27 aprile con altri nove partigiani – aveva iniziato la sua carriera di segretario comunale.

È stata poi approvata, sempre all’unanimità, una mozione di indirizzo per mettere al bando la plastica monouso nelle sedi comunali e per il suo graduale abbandono nelle attività ricettive e di ristorazione, sagre, nonché nelle scuole del territorio.

Ultimo aggiornamento

Martedi 21 Luglio 2020