Modalità:

È possibile chiedere le Pubblicazioni per Matrimonio con rito religioso/civile solo se almeno uno dei futuri sposi è residente nel Comune. Gli sposi al momento della richiesta di pubblicazione si devono presentare muniti di Documento d'Identità e Codice Fiscale unitamente a:

  • Richiesta del Parroco o del Ministro di culto competente per territorio, nel caso di matrimonio concordatario o altro culto non cattolico
  • Nulla-osta al matrimonio, rilasciato dall'Ambasciata/Consolato straniero, tradotto in lingua italiana, legalizzata nella firma, in caso di mancanza di convenzione con lo Stato, nel caso in cui uno degli sposi sia cittadino straniero. Tale nulla-osta deve contenere le complete generalità del futuro sposo, vale a dire: nome e cognome, data e luogo di nascita, paternità e maternità, cittadinanza, residenza, stato civile e la dicitura che "giusta le leggi vigenti nello Stato che rilascia il documento, il matrimonio contratto dal proprio cittadino, esplica effetti ed è quindi valido". La mancanza di uno o più dati sopraccitati comporta la presentazione di una Certificazione di Nascita debitamente tradotta e legalizzata .

Ultimo aggiornamento

Lunedi 25 Maggio 2020